Affrontare la depressione e i disturbi dell’umore

Sono la Dottoressa Eleonora Picoco, psicologa e specializzanda in psicoterapia, e in questa pagina vi parlerò dei disturbi dell’umore e in particolare della depressione. Troverete lo studio e l’analisi dei disturbi, il mio approccio teorico e la possibilità di prenotare una visita nel mio studio a Tricase (Lecce) o a Brindisi.

Come si manifesta la depressione

Quando la depressione arriva a toccare vette altissime, tutto quello che circonda la persona che ne soffre perde di senso e di valore.

Il lavoro, che prima era fonte di realizzazione e di gratificazione sociale, diventa un impegno faticoso, gravoso e opprimente, fatto di regole imposte dagli altri e di responsabilità da prendere; i familiari non sono più persone insieme alle quali passare ore e momenti di gioia e svago ma presenze insopportabili; le abitudini o gli hobby, come andare allo stadio, a un concerto oppure frequentare gli amici di sempre, sono occasioni da evitare e ritenute inutili e senza attrattiva.

Nelle forme più gravi di depressione, la persona che ne soffre crede che il suo mondo non meriti più di essere vissuto: tutto è inutile, i sentimenti di vuoto, insoddisfazione e frustrazione generati da quello che manca sono maggiori di quelli di gratificazione o serenità generati da quello che ha.

L’analisi della realtà è lucida, precisa e non alterata dallo stato emotivo: proprio in questi casi il pericolo di suicidio è maggiore rispetto a quando la persona è costretta a letto perché non ha la forza di alzarsi o assume psicofarmaci per stabilizzare l’umore.

Nella mente, il suicidio non rappresenta una punizione verso chi rimane o una mancanza di coraggio di affrontare il destino ma, al contrario, l’unica via verso la salvezza e la liberazione, per sé e per le persone care, in genere i figli e i compagni.

La malattia del nuovo millennio

Negli ultimi anni la depressione è in aumento costante, tanto da guadagnarsi la definizione di “malattia del nuovo millennio”.

Senza entrare nei casi specifici che sono determinati dalle circostanze di vita, dalle risorse individuali di resilienza – la capacità di resistere agli eventi negativi e di riorganizzare la propria vita di fronte a una avversità – dai fattori ambientali e sociali e dalla predisposizione genetica, si potrebbe pensare che gli standard di vita della società attuale siano diventati così elevati in termini di denaro, successo e beni materiali da possedere che chi non è in grado di raggiungerli in breve tempo e senza fatica si senta vuoto, frustrato e privo di valore.

Il materialismo e il consumismo hanno preso il posto della soggettività e unicità della persona, che ha senso e significato anche quando non rispecchia tutti i canoni e le aspettative altrui.

A tutto ciò si sommano la difficoltà e la vergogna di parlare ed esprimere il proprio malcontento, il senso di smarrimento e di vuoto interiore, il pensiero di non poter essere capiti se non addirittura derisi e ridicolizzati Così il senso di vuoto diventa sempre più grande e scava un solco profondo che alla fine inghiotte la persona, i suoi sogni, la sua sensibilità ed emotività.

Prenota un colloquio

Ricevo a Brindisi e a Tricase, su appuntamento.

Il costo di ogni colloquio è di 40 Euro.