Curare l’ansia e gli attacchi di panico

Sono la Dottoressa Eleonora Picoco, psicologa e specializzanda in psicoterapia, e in questa pagina vi parlerò dei problemi di ansia e degli attacchi di panico. Troverete l’analisi del disturbo e il mio approccio teorico, la possibilità di prenotare una visita nel mio studio a Tricase (Lecce) o a Brindisi.

Nella mia attività clinica e di consulenza ho incontrato pazienti che presentavano disturbi legati all’ansia e agli attacchi di panico.

Partendo dal mio approccio psicodinamico socio-costruttivista, il sintomo è il primo segnale che evidenzia la presenza di una problematica o, per meglio dire, la realizzazione parziale di condizioni idonee allo sviluppo dei propri desideri, cioè la rappresentazione simbolica del mondo.

L’oggetto interno

Secondo l’ottica psicodinamica, l’origine dell’ansia risiede nell’incapacità della persona di costruirsi e mantenere nel tempo un’immagine interiore dell’oggetto: la persona, nel momento di bisogno o di lontananza, non è in grado di conservare dentro di sé e di fare riferimento, alle caratteristiche psicologiche dell’altro significativo, alle emozioni connesse al loro legame e quindi di richiamare alla mente l’immagine dell’oggetto correttamente interiorizzato.

Quando la persona perde il contatto o si allontana, non riesce a superare l’angoscia che deriva da questa perdita e a cercare dentro di sé le tracce lasciate dal legame con queste figure importanti.

Al contrario, la sua integrità e coesione interne vacillano, non è immediatamente in grado di fare riferimento alle altre risorse in suo possesso e la tensione e angoscia che prova possono portare a episodi d’ansia molto forti.

Terapie e interventi

Un percorso di psicoterapia psicodinamica è fondamentale per iniziare a prendere consapevolezza e coscienza dell’origine e delle cause che si nascondono dietro l’ansia, cogliendone il senso e il significato sotteso.

Di solito, l’attacco di panico si verifica quando la persona che inizia a soffrirne affronta una situazione stressante e di cui ha paura: per questo motivo è molto importante chiedere dove si trovava o cosa stava facendo quando sono comparsi i sintomi.

È altrettanto determinante avere tutte le conoscenze possibili sul periodo immediatamente precedente all’esordio dei sintomi ansiogeni legati alla perdita e alla separazione dalle figure di riferimento dalle quali la persona dipendeva: devono essere presi in considerazione diversi aspetti, dal modo di affrontare le relazioni con gli altri, al tipo di investimento riservato a queste relazioni e come queste siano determinanti nella costruzione dell’immagine interiore.

Prenota un colloquio.

Ricevo a Brindisi e a Tricase, su appuntamento.

Il costo di un colloquio è di 40 euro.